Trentino Ski Race per conoscere i giovani atleti

Hanno fra i 20 e i 23 anni e sono fra i migliori, in Trentino, nel ranking della Federazione Internazionale dello Sci. Stiamo parlando dei sette giovanissimi atleti protagonisti di “Trentino Ski Race” la nuova docu-serie prodotta dall’Agenzia Busacca Video di Trento, con Marco Busacca nel ruolo di regista, che vede il sostegno di Trentino Film Commission e l’avvallo del Comitato Trentino della Fisi.
La serie è articolata in 18 puntate della durata di 25 minuti e saranno trasmesse a partire dal mese di marzo in due pacchetti su oltre 40 televisioni locali di tutta Italia. Le riprese sono ancora in corso ed abbracciano i comprensori sciistici del Trentino: obiettivo raccontare le peculiarità e le emozioni delle piste agonistiche delle diverse ski area, viste con gli occhi di questi giovani atleti, tutti tesserati con la Polisportiva Alpe Cimbra.

Il format «Trentino Ski Race» è inserito nel programma dal titolo «Mountain Way» ed appunto diffusione su oltre 40 televisioni di tutta Italia, attraverso la collaborazione con l’Agenzia Visto in Tele. Le prime registrazioni sono state effettuate sulle piste Aloch di San Giovani di Fassa, Salizzona a Folgaria, Le Coste a Borgo Lares e Agnello a Pampeago; il primo blocco di puntate verrà trasmesso a inizio marzo, mentre a novembre verrà riproposta l’intera serie di 18 puntate.
La trama non solo illustra le peculiarità delle skiaree trentine, che in questa pandemia stanno affrontando un periodo particolarmente difficile, ma mette in evidenza anche il valore dello sport, il sacrificio di questi giovani ragazzi e ragazze che intraprendono un percorso agonistico, fatto di innumerevoli allenamenti, sveglie all’alba, impegno costante per affrontare in parallelo il percorso scolastico. Ogni puntata rispecchia una struttura che prevede la presentazione iniziale del team con il profilo dei ragazzi, quindi una scheda della skiarea che si visita, e il racconto dettagliato del tracciato in tutte le sue caratteristiche direttamente dalle gesta atletiche e dalle parole dei ragazzi del team under 23. Sono inoltre previste delle finestre di approfondimento con un rappresentante di ogni territorio che spiega la storia e l’evoluzione della pista e della skiarea coinvolta, quindi un approfondimento tecnologico che coinvolge anche le aziende vicine a Trentino Sviluppo con progetti legati all’universo della neve.

Questi i protagonisti del format: Jennifer Paissan, Sara Mattiolo, Giulia Peterlini, Patrick Van Loon, Martin Nardelli, Giorgio Ronchi e Werner Krause, tesserati per la Polisportiva Alpe Cimbra e che quest’anno grazie anche all’abbinamento con il programma televisivo hanno potuto proseguire nel loro percorso sportivo con buoni risultati e con ben 5 podi in gare Fis ottenuti nelle gare disputate finora. Un’iniziativa che, dunque, ha un doppio valore: promozionale per il territorio trentino e sociale visto che grazie all’intervento della società sportiva degli altipiani di Folgaria, Lavarone e Luserna ha consentito ai ragazzi di proseguire nel loro impegno agonistico.
Le piste race, individuate, secondo prestigio sportivo, sono le seguenti: Monte Bondone (pista Palon), Paganella (pista Olimpionica), Marilleva (pista Provetti), Pejo (pista Val della Mite), Passo del Tonale (pista Contrabbandieri), Madonna di Campiglio (pista 3Tre), Pinzolo (pista Grual), Bolbeno (pista Le Coste), Polsa di Brentonico (pista Montagnola), Folgaria (pista Salizzona), Panarotta (pista Rigolor), Passo Brocon (pista Piloni), Alpe Cermis (pista Donei), Alpe di Pampeago (pista Agnello), Passo San Pellegrino (pista La Volata), Pozza di Fassa (pista Aloch), Canazei (pista Diego), San Martino di Castrozza (pista Rekord).