fc4
 

CRITERI PER LA RIPARTIZIONE DEL FONDO DEDICATO AL SETTORE CINEMATOGRAFICO E AUDIOVISIVO PREVISTO DALL’ART. 21 CO. 4 DELLA L.P. 3 OTTOBRE 2007, N. 15

banner-modulo

banner-criteri

nuovo banner contributi

Film Fund

AVVIO ISTRUTTORIA NUOVE DOMANDE DI CONTRIBUTO 2016: 23 FEBBRAIO - 24 MAGGIO - 20 SETTEMBRE, entro le ore 12:00

1. FINALITÀ DEL FONDO

1. La Provincia promuove e sostiene nel rispetto della normativa europea il settore cinematografico e degli audiovisivi, ai fini della promozione del territorio provinciale e della crescita delle risorse professionali, tecniche ed artistiche locali, anche attraverso la costituzione di un fondo dedicato e il sostegno di una apposita Film Commission, di seguito chiamata TFC (Trentino Film Commission), nominata dalla Giunta provinciale.


2. Il fondo è destinato a:

a) sostenere la realizzazione e la diffusione di opere audiovisive al fine di attrarre nel territorio provinciale produzioni cinematografiche, televisive e di documentario che favoriscano lo sviluppo dell’occupazione e dell’economia trentina e al fine di promuovere il patrimonio geografico, ambientale, culturale, storico e turistico della provincia di Trento;

b) favorire la crescita e la formazione delle risorse professionali tecniche e artistiche della provincia di Trento, al fine di migliorare la competitività del settore audiovisivo locale;

c) sostenere la programmazione cinematografica  decentrata con particolare attenzione alla produzione di qualità;

d) sostenere le spese connesse al funzionamento della TFC.


2. RIPARTIZIONE DEL FONDO

1. Il fondo è ripartito in:

a.     sostenimento di spese dirette relative al funzionamento della TFC. Rientrano tra le spese dirette:

-    gli oneri relativi alla realizzazione di strumenti informatici e archivistici connessi alla strutturazione e al mantenimento dei database, location, professionisti, fotografico  e altri attinenti;

-     l’attività di assistenza alle produzioni;

-    la predisposizione, la stampa e la distribuzione dei materiali promozionali e di comunicazione;

-     la promozione dell’attività della TFC in occasione di festival  e mostre mercato di settore;

-     le iniziative di studio e le indagini conoscitive relative alle attività della TFC e alle ricadute sul sistema economico occupazionale e di promozione del territorio provinciale;

-    l’organizzazione di seminari finalizzati a promuovere e sviluppare la produzione cinematografica e audiovisiva locale;
-  le collaborazioni con altri Enti in occasione di eventi provinciali e sovraprovinciali, nell’indirizzo delle finalità della TFC;

     -  le collaborazioni istituzionali con Enti cinema nazionali e internazionali

b. somme destinate al finanziamento di produzioni cinematografiche, televisive, di documentari locali, nazionali e internazionali, e di format televisivi originali, e al sostegno alla partecipazione a momenti di formazione e di mercato professionale, sulla base dei criteri sotto riportati. Il sostegno alla partecipazione a momenti di formazione e di mercato professionale è rivolto ai professionisti e agli operatori del settore con particolare riguardo ai giovani professionisti e alle produzioni cinematografiche e audiovisive.

2. Annualmente con provvedimento della Giunta provinciale viene stabilito il riparto del fondo tra le spese dirette di cui alla lettera a. e il finanziamento delle iniziative di cui alla lettera b.
Nel medesimo provvedimento verrà altresì dato atto che qualora la quota destinata alle spese dirette così come ripartita dal fondo non venga completamente utilizzata si procederà ad incrementare la quota delle somme destinate ai contributi.


3. BENEFICIARI DEL FINANZIAMENTO

1. Possono presentare domanda di finanziamento delle iniziative di cui al punto 2, lettera b:

a) le società di produzione audiovisiva indipendenti - italiane, comunitarie ed extracomunitarie (di seguito chiamate Produzioni cinematografiche e televisive) - per la realizzazione, in provincia di Trento, di opere destinate alla distribuzione cinematografica, televisiva, multimediale e home video, nazionale e internazionale;

b) le società di produzione audiovisiva indipendenti - italiane, comunitarie ed extracomunitarie (di seguito chiamate Produzioni di documentario) - per la realizzazione, in provincia di Trento, di opere audiovisive con particolare attenzione a quelle di carattere documentaristico e/o destinate ai new media;

c) le società di produzione audiovisiva indipendenti e professionisti locali – nati o residenti in provincia di Trento da almeno un anno (di seguito chiamate Produzioni locali) - per lo sviluppo di progetti e la realizzazione, in provincia di Trento, in Italia e all’Estero, di opere audiovisive con particolare attenzione a quelle di carattere documentaristico e/o destinate ai new media;

d) i professionisti locali – nati o residenti in provincia di Trento da almeno un anno, per la partecipazione a momenti di formazione e a mercati professionali di settore, nazionali e internazionali, al fine di sviluppare competenza, rapporti di co-produzione e distribuzione;

e) gli Editori televisivi locali, per l’ideazione, lo sviluppo e realizzazione di nuovi originali fiction e format televisivi di carattere non giornalistico.

2. Non sono ammessi a finanziamento i film a carattere pubblicitario, razzista o in palese contrasto con la pubblica morale e decenza, così come opere commissionate da altre Strutture della Provincia o enti strumentali.

3. I soggetti beneficiari del finanziamento per la realizzazione della medesima iniziativa non potranno beneficiare di contributi da altre strutture provinciali e di contributi su altre leggi provinciali di settore.


4. MODALITÀ E TERMINI DI PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE DI FINANZIAMENTO

1. I soggetti presentano domanda di finanziamento – redatta in conformità ai moduli appositamente predisposti dall’amministrazione provinciale e disponibili sul sito  HYPERLINK "http://www.modulistica.provincia.tn.it" www.modulistica.provincia.tn.it – all’Ufficio Stampa della Provincia.
2. Le domande di finanziamento possono essere presentate in qualunque momento secondo le seguenti modalità:

consegna a mano;
spedizione a mezzo posta: le stesse dovranno essere inviate mediante raccomandata con avviso di ricevimento. In tal caso farà fede, ai fini dell’ammissione a contributo, il timbro dell’ufficio postale accettante o, se corriere, il timbro del vettore;
presentazione a mezzo fax o per via telematica, nel rispetto delle disposizioni vigenti in materia di amministrazione digitale.


5. DOCUMENTAZIONE DA PRESENTARE UNITAMENTE ALLA DOMANDA DI FINANZIAMENTO

1. Unitamente alla domanda di finanziamento, le Produzioni e gli Editori televisivi locali devono presentare la seguente documentazione:

a) il soggetto e la sceneggiatura dell’opera;

b) curriculum del produttore, del regista, degli interpreti principali e del distributore;

c) elenco troupe e cast, da cui risulti che:
per le Produzioni cinematografiche e televisive: almeno il 20% del personale della troupe, durante il periodo di riprese in Trentino, escluse le figurazioni, sia rappresentato da maestranze tecniche e/o artistiche, nate o residenti in provincia di Trento da almeno un anno;
per le Produzioni di documentario: la presenza di almeno due maestranze tecniche e/o artistiche, durante il periodo di riprese in Trentino, ad esclusione delle figurazioni, nate o residenti in provincia di Trento da almeno un anno, o la co-produzione con una produzione audiovisiva locale;
per gli Editori televisivi locali: almeno il 50% del finanziamento richiesto sia utilizzato per attività svolte da imprese indipendenti aventi sede in provincia di Trento da almeno un anno, o da maestranze tecniche e/o artistiche, ad esclusione delle figurazioni, esterne all’emittente, nate o residenti in provincia di Trento da almeno un anno;

d) preventivo dettagliato delle spese dal quale risulti che:
per le Produzioni cinematografiche e televisive: nel territorio della provincia di Trento si prevede di effettuare una spesa pari ad almeno il 150% del finanziamento richiesto, ad esclusione delle spese per il personale a tempo indeterminato e le spese di investimento;
per le Produzioni di documentario: nel territorio della provincia di Trento si prevede di effettuare una spesa pari ad almeno il 120% del finanziamento richiesto, ad esclusione delle spese per il personale a tempo indeterminato e le spese di investimento;
per le Produzioni locali: si prevede di effettuare una spesa pari all’intero importo del finanziamento richiesto, indipendentemente dalla ambientazione dell’opera;
per gli Editori televisivi locali: si prevede di effettuare una spesa pari all’intero importo del finanziamento richiesto, indipendentemente dalla ambientazione dell’opera;

e) piano finanziario preventivo dell’intera iniziativa/progetto da cui risulti che l’ammontare del finanziamento richiesto non superi il 50% del costo industriale dell’opera (che comprenda tutte le spese di produzione, spese generali, producer fee, oneri finanziari) e che unitamente agli altri eventuali finanziamenti previsti non sia superiore al costo totale dell’opera;

f) contratti e/o accordi di coproduzione, di distribuzione o di messa in onda del film, ove esistenti;

g) dichiarazione sostitutiva dell’atto di notorietà attestante gli aiuti ricevuti a titolo di “de minimis” nel corso dei due esercizi finanziari precedenti e nell’esercizio finanziario in corso;

h) solo per gli Editori televisivi locali: progetto dettagliato e articolato relativo a fiction e format proposti e alla loro programmazione;

i) dichiarazione di impegno a comunicare ogni successiva variazione rilevante con riferimento ai dati risultanti dalla documentazione presentata.

2. Unitamente alla domanda, i professionisti locali, relativamente alla richiesta di contributo alla Formazione, devono presentare la seguente documentazione:

a) curriculum professionale del richiedente e/o curriculum della società di produzione audiovisiva locale;

b) dettagliata documentazione relativa al momento formativo o di mercato professionale;

c) preventivo dei costi documentabili, da cui risulti che l’ammontare del finanziamento richiesto non superi il 50 % dei costi totali documentabili;

d) dichiarazione di impegno a comunicare ogni successiva variazione rilevante con riferimento ai dati risultanti dalla documentazione presentata.

3. Nel caso in cui i soggetti beneficiari siano iscritti al registro delle imprese, la struttura provinciale competente procede ad acquisire d’ufficio – mediante accesso diretto alla banca dati della C.C.I.A.A. – i dati e le informazioni necessari. Nel caso in cui i soggetti beneficiari siano imprese aventi sede legale in un altro Paese comunitario o extracomunitario, il legale rappresentante deve presentare i dati essenziali dell’impresa a fini identificativi nonché, unitamente alla domanda, una dichiarazione sostitutiva dell’atto di notorietà con cui dichiara l’iscrizione presso l’ente omologo alla Camera di Commercio nel Paese di appartenenza, o documento equipollente.

4. Unitamente alla documentazione di cui ai paragrafi precedenti, nel caso di soggetti beneficiari diversi dalle imprese, gli stessi presentano copia semplice dell’atto costitutivo e dello statuto, o altra idonea documentazione che comprovi i medesimi dati richiesti per le imprese.  

5. Il contributo è concesso nel rispetto delle disposizioni dell’Unione europea in materia di aiuti di Stato.


6. IMPORTI DI FINANZIAMENTO

1. Valori massimi del finanziamento sono i seguenti:

a) per le Produzioni cinematografiche e televisive - fino a un massimo di 200 mila euro

b) per le Produzioni di documentario - fino a un massimo di 40 mila euro

c) per le Produzioni locali - fino a un massimo di 60 mila euro

d) per le iniziative di Formazione o di mercato professionale  - fino a un massimo di 10 mila euro

e) per gli Editori televisivi locali - fino a un massimo di 100 mila euro

 

 7. CRITERI DI VALUTAZIONE

La TFC valuta i progetti pervenuti nel rispetto dei seguenti criteri di valutazione.

I criteri di valutazione adottati sono diversi a seconda dei soggetti beneficiari. Ad ogni criterio, come di seguito indicato, si assegna un valore percentuale e un valore numerico. Sono ammessi a finanziamento, nei limiti delle risorse disponibili a bilancio sul fondo, i progetti che avranno totalizzato almeno 70 punti su 100.


- Per le Produzioni cinematografiche e televisive si valutano:

a) contenuti del soggetto (10% - max 10 punti)

b) credenziali produzione, autore, regista, interpreti (20% - max 20 punti)

c) numero di settimane di preparazione, riprese, post-produzione, previste e ricaduta economica diretta sul territorio provinciale (20% - max 20 punti)

d) capacità di valorizzare e promuovere il patrimonio geografico, ambientale, culturale, storico e turistico della provincia di Trento (30% - max 30 punti)

e) accordi di distribuzione risultanti da contratti o altra documentazione (20% - max 20 punti)


- Per le Produzioni di documentario si valutano:

a) contenuti del soggetto (10% - max 10 punti)

b) credenziali produzione, autore, regista, interpreti (10% - max 10 punti)

c) capacità di promuovere il patrimonio geografico, ambientale, culturale, storico e turistico della provincia di Trento (20% - max 20 punti)

d) ricaduta economica diretta sul territorio provinciale (20% - max 20 punti)

e) innovazione e sperimentazione nello stile e nella forma (10% - max 10 punti)

f) accordi di co-produzione, con società locali, nazionali e/o internazionali (10% - max 10 punti)

g) prospettive di distribuzione dell’opera e, qualora presenti, accordi di distribuzione (20% - max 20 punti)


- Per le Produzioni locali si valutano:

a) contenuti e grado di sviluppo del soggetto (10% - max 10 punti)

b) credenziali produzione, autore, regista, interpreti (10% - max 10 punti)

c) innovazione e sperimentazione nello stile e nella forma (10% - max 10 punti)

d) accordi di co-produzione, con società nazionali e/o internazionali (10% - max 10 punti)

e) prospettive di distribuzione dell’opera e, qualora presenti, accordi di distribuzione (20% - max 20 punti)

f) attestati di partecipazione a mercati professionali, pitching e bandi nazionali e internazionali (20% - max 20 punti)

g) ricaduta economica diretta e/o indiretta sul territorio provinciale (20% - max 20 punti)


- Per le iniziative di Formazione e mercato professionale si valutano:

a) credenziali del richiedente (30% - max 30 punti)

b) valore del momento formativo o di mercato professionale, anche in considerazione del  curriculum del partecipante o della tipologia dell’opera (40% - max 40 punti)  

c) rapporto tra costo/efficacia del progetto (30% - max 30 punti)


- Per gli Editori televisivi locali si valutano:

a) contenuti del soggetto (10% - max 10 punti)

b) credenziali editore (10% - max 10 punti)

c) capacità di promuovere il patrimonio geografico, ambientale, culturale, storico e turistico della provincia di Trento (20% - max 20 punti)

d) innovazione e sperimentazione nello stile e nella forma (30% - max 30 punti)

e) accordi di co-produzione, con società locali, nazionali e/o internazionali (20% - max 20 punti)

f) ricaduta economica diretta sul territorio provinciale (10% - max 10 punti)


8. TERMINI DI REALIZZAZIONE E DI RENDICONTAZIONE

1. I termini di realizzazione e rendicontazione delle iniziative vengono così fissati:

Termine di avvio: entro 9 mesi dalla data di concessione del contributo;
Termine di completamento e di rendicontazione complessiva dell’iniziativa: entro due anni dal termine di avvio.

2. Potranno essere concesse delle proroghe su motivata richiesta nei termini e limiti delle disposizioni della deliberazione della Giunta provinciale n. 1980 del 14 settembre 2007.

3. Nel caso in cui le iniziative non abbiano inizio entro nove mesi dalla data di concessione del finanziamento si procederà alla revoca totale del contributo concesso.
Qualora non vengano rispettati i termini di completamento e di rendicontazione dell’iniziativa o qualora in sede di verifica della rendicontazione emerga il mancato rispetto degli obblighi dei soggetti beneficiari, si procederà alla revoca totale o parziale del finanziamento, proporzionalmente all’attività rendicontata/svolta.

4. In sede di rendicontazione, sia per la parte svolta sul territorio provinciale che per quella complessiva, dovrà essere presentata la documentazione di cui al D.P.G.P. 5 giugno 2000, n. 9-27/Leg.. Inoltre:

- i soggetti beneficiari di finanziamento alla Produzione, devono documentare, anche tramite dichiarazione sostitutiva di atto notorio, l’impiego e la retribuzione di maestranze tecniche e artistiche locali e/o eventuali accordi di co-produzione con imprese del territorio;

- i soggetti beneficiari di finanziamento alla Formazione, devono presentare una dichiarazione sostitutiva di atto notorio attestante la partecipazione e l’avvenuto pagamento dell’iscrizione al momento formativo o di mercato professionale.


9. CONCESSIONE DEL FINANZIAMENTO
 
La TFC si riunisce ogni tre mesi, valuta le domande pervenute e propone una graduatoria di merito per l’approvazione da parte della struttura competente.

La struttura competente, con proprio provvedimento, approva la graduatoria proposta dalla TFC e concede il contributo entro i limiti delle risorse a disposizione in bilancio sul fondo.
Tale provvedimento è adottato entro 30 giorni dalla riunione della TFC.

Le domande relative a progetti ammessi e valutati positivamente, ma non accolte per l’esaurirsi delle risorse finanziarie, avranno priorità di finanziamento qualora siano stanziate risorse aggiuntive.  Il finanziamento delle predette domande sarà effettuato sulla base del punteggio assegnato alle stesse.

L’elenco dei beneficiari del finanziamento viene pubblicato sul portale  HYPERLINK "http://www.trentinofilmcommission.it" www.trentinofilmcommission.it. Ai soggetti beneficiari del finanziamento verrà data comunicazione a mezzo di lettera ordinaria.


10. EROGAZIONE DEL FINANZIAMENTO  

1. Il finanziamento è erogato con le seguenti modalità:

a) per tutti i soggetti beneficiari: 30% a titolo di acconto all’approvazione della domanda di contributo; l’erogazione del contributo è vincolata alla presentazione di una fideiussione di pari importo;

b) per Produzioni cinematografiche e televisive, Produzioni di documentario, Produzioni locali e gli Editori televisivi locali, per le opere realizzate in provincia di Trento: 50% in seguito alla rendicontazione delle spese sostenute sul territorio;

c) per Produzioni cinematografiche e televisive, Produzioni di documentario, Produzioni locali e gli Editori televisivi locali: rimanente 20% in seguito alla rendicontazione generale;

d) per le Produzioni locali e Editori audiovisivi qualora operanti fuori dai confini provinciali: rimanente 70% in seguito alla rendicontazione generale;  

e) i soggetti beneficiari di contributo alla Formazione: 70% in seguito alla rendicontazione dell’attività formativa o di mercato professionale.


11. ULTERIORI OBBLIGHI DEI BENEFICIARI

Le Produzioni cinematografiche e televisive, Produzioni di documentario, Produzioni locali e gli Editori televisivi locali devono rispettare i seguenti ulteriori obblighi:

a) riportare i primi ringraziamenti, corredati da logo, ove richiesto, “Provincia autonoma di Trento ” e “Trentino Film Commission” nei titoli di coda di tutte le opere audiovisive e di ogni singola puntata dei film seriali;

b) riportare la dicitura “in collaborazione con Trentino Film Commission” nei titoli di testa delle produzioni, laddove concordato con la Provincia;

c) riportare la dicitura “in collaborazione con Trentino Film Commission” su tutti i materiali informativi, pubblicitari e promozionali dell’opera, salvo accordi diversi fra le parti;

d) consentire una conferenza stampa sul territorio provinciale, con la presenza del regista, degli interpreti principali, nonché dei responsabili della TFC e pubbliche autorità, senza selezione o esclusione alcuna di rappresentanti dei media, salvo accordi diversi fra le parti;  

e) concedere a titolo gratuito alla Provincia i diritti di utilizzo di almeno cinque foto di scena, scelte dalla TFC stessa, nonché di un permesso, in favore di un operatore delegato dalla Provincia, per la realizzazione di foto di scena e “backstage” durante almeno una giornata di riprese, salvo accordi diversi fra le parti;

f) impegno a depositare entro un anno dalla presentazione in pubblico, su supporto digitale, copia dell’opera realizzata con i finanziamenti concessi ai sensi della L.P. 15/07 presso Format – Centro Audiovisivi della Provincia Autonoma di Trento, con diritto d’uso per scopi non commerciali, salvo accordi diversi fra le parti;

g) autorizzare la presenza sul set di un rappresentante dalla TFC in tempi e modi concordati.




 

Italian Film Commission European Film Commission Network Cine Regio

 
© Copyright - All rights reserved - Tutti i diritti sono riservati. È vietata qualsiasi utilizzazione, totale o parziale, dei contenuti inseriti nel presente portale powered by Net Wise Informativa Privacy - Informativa Cookie